IL TERZO POSTO E' DELL'AUSTRIA, PER SAN MARINO E' STATO COMUNQUE UN GRANDE TORNEO

11 Luglio 2018
Niente da fare per la Nazionale Under 16 di coach Stefano Rossini. Nella finale per il terzo posto a prevalere è l’Austria, che scappa nel secondo tempo e soprattutto nel quarto periodo. Il finale di 65-43 rende merito agli austriaci, ma non leva nulla del grande torneo di Ronci e compagni, che hanno espresso per larghi tratti della competizione un basket eccellente e un’abnegazione fantastica.
È Francesco Palmieri a battezzare la gara col primo canestro, uno dei tanti del suo ottimo primo tempo. Austria e San Marino fin dall’inizio si scrutano, si annusano e si guardano negli occhi, senza saper dare, né l’una e né l’altra, un break importante. Subito due falli per Dappozzo e Lohr, con i primi cinque minuti che vedono i Titani avanti, anche se di poco (5-6).
La fatica è evidente nelle facce e nei muscoli di tutti quelli che calpestano il parquet del Multieventi. Entrambe sono al sesto match e per larghi tratti si vede. Non nella volontà e nella determinazione. Quelle ci sono, specialmente nei ragazzi di coach Rossini, che mostrano di essersi ripresi dalla delusione per il ko col Galles di 24 ore prima. Nell’Austria è Angerbauer il più tonico di gambe e di cervello. Il numero 4 biancorosso sorpassa e tiene avanti i suoi alla fine del primo quarto (9-8 al 10’).
Si segna poco, ma è normale. Grassi sorpassa al 13’ (13-14) e Palmieri arriva a 12 in 15 minuti con mano fatata in palleggio, arresto e tiro (17-18). Il finale di tempo è però tutto dell’Austria, che accelera quel tanto che basta per accumulare il massimo vantaggio dei primi venti minuti di gioco (25-20).
La gara in ogni caso è estremamente equilibrata, con San Marino a battagliare per l’ennesima volta con una squadra fisica in tutti i ruoli, non tanto e non solo per quanto riguarda il reparto lunghi. Di ritorno dagli spogliatoi, al di là del cesto immediato di Palmieri, è l’Austria a prendere il comando delle operazioni. È capitato spesso durante il torneo: un primo tempo equilibrato e poi austriaci a spingere sul gas nella ripresa. Accade anche in questa finale per il terzo posto, con la bomba di Pasterk al 24’ che dilata il vantaggio fino a 14 lunghezze (36-22) e che segnala di come, assieme a un’Austria più tonica in attacco, ci sia un San Marino che fatica a metter punti a referto.
Un momento di siccità, ma di cuore e gioco ce n’è a sufficienza per provarci ancora. Quattro di Palmieri e due di Miriello sono benzina per sperarci e per entrare nel quarto periodo con uno svantaggio inferiore alla doppia cifra (43-35 al 30’). L’Austria però comincia gli ultimi dieci minuti con otto punti consecutivi (Grossman da sotto, poi triple di Lohr e Blazevic). È dura, durissima, ancor più contro una squadra solida di buona caratura. Vanno sotto di 16, Ronci e compagni, e a quel punto la montagna da scalare è davvero troppo alta. Niente da fare, l’Austria non accenna a cedimenti e si porta a casa il bronzo. E i nostri ragazzi? A testa alta.
Anzi, no. ALTISSIMA.

AUSTRIA-SAN MARINO 65-43 (9-8, 25-20, 43-35, 65-43)
AUSTRIA: Dalla Via, Fobi 4 (0/2), God 2 (1/2, 0/1), Hintenhaus 2 (1/2), Lohr 7 (0/4, 1/1), Angerbauer 11 (5/8, 0/3), Blazevic 18 (2/6, 2/5), Gagic 8 (4/6), Grossman 4 (2/4), Pasterk 5 (0/4, 1/2), Reiterer 4 (1/4), Krejcza ne. All.: Wimmer.
SAN MARINO: Zafferani 2 (1/5, 0/1), Ronci 2 (1/9, 0/1), Pasolini 11 (3/7, 1/6), Palmieri 24 (11/17, 0/5), Dappozzo (0/2), Piscaglia (0/1, 0/1), Rossi, Miriello 2 (1/6, 0/2), Grassi 2 (1/2), Muscioni (0/1), Francini, Cardinali. All.: Rossini.

Tiri liberi: Austria 21/27, San Marino 4/6
Tiri da due: Austria 16/42, San Marino 18/50
Tiri da tre: Austria 4/12, San Marino 1/16
Rimbalzi: Austria 48 (Blazevic 13), San Marino 46 (Ronci 8)
Assist: Austria 10 (Blazevic e Lohr 3), San Marino 2 (Palmieri e Ronci)

foto by: Simone Maria Fioran
SCARICA GRATIS

Federazione Sammarinese Pallacanestro
Via Rancaglia, 22 47899 Serravalle (Repubblica di San Marino)
C.o.E. SM 02404 - Tel. +39 0549/885691 | Fax +39 0549/885692
Privacy Policy